Home Il Maltese

I Maltesi

Spazzolino ultrasuoni combattere placca e tartaro dei nostri pelosi

 

Ultimamente è uscito in commercio un nuovo spazzolino che in italia ancora non sono riuscita a trovare così

l'ho ordinato direttamente dal sito tedesco dove esso nasce. Mi sono molto incuriosita della novità e

avendo già trattato i  miei maltesi con spazzolini e prodotti normali ho voluto vedere se questa nuova

tecnologia degli ultrasuoni funziona . Premetto che in questo ultimo mese già molti negozi di toelettatura

hanno acquistato questo prodotto facendo delle sedute ai loro bauclienti e pare con ottimi risultati,

così evitando noiose e rischiose anestesie per fare la detartrasi ai denti con placca e tartaro.

Premetto ancora che bisogna avere un bau che è abituato già ad una pulizia casalinga della bocca

( quindi si fà aprire la bocca, si fà strusciare i denti con ditale, garza o spazzolino normale )

per chi è alle prime armi ci vorrà pazienza e calma . Ho iniziato la prima seduta, lo faccio sempre la sera

prima di andare tutti a nanna, ogni sera preparo un bicchierino di acqua , spazzolino dentifricio

emmident gusto naturale, una salvietta e la curette per grattare il tartaro che eventualmente

si ammorbidisce e viene così staccato, lo si può fare anche con un guanto , l'unghia o garza.

Ovviamente non è una bacchetta magica che per magia tutto sparisce presto!!! No assolutamente !!!

Fino alla 7° seduta  non ho visto nessun staccamento di tartaro, solo che notavo già le gengive molto meno

arrossate e l'alito molto migliorato, quindi ho notato che gli ultrasuoni sfiammano la bocca , buon inizio ,

ma eravamo già a una settimana di applicazioni , pazienza e tempo . Ho insistito imperterrita per la salute

dei miei piccini ogni santa sera e alla 11° seduta finalmente grattando iniziava un pò di giallino ad andare

via , infatti alla maltese più piccola che ne aveva poco le sono venuti i denti belli bianchi, ero contenta

e più combattiva che mai!! Ogni volta facevo foto per avere dei riscontri visivi migliori e vedere il prima

e dopo . Finalmente alla 18° seduta si sono staccati dei grandi pezzi di tartaro neri anche dai denti

dei pelosi più adulti , era tartaro molto spesso e brutto quindi molto duro , con il ferretto è saltato via!!!

Poi evidentemente con la bocca sfiammata i bau pian piano abituati riescono anche a stare per più tempo

fermi a farsi grattare. Tutta la parte anteriore ora è pulita fino ai canini , le zone più insidiose sono

i molari e l'interno bocca, ma ci stò lavorando perchè vedo che funziona. Però ci vuole tanta e tanta costanza ,

pazienza e voglia di volontà altrimenti non darà gli effetti voluti e magari si potrebbe pensare che non funziona,

come un pò scettica e titubante ero io la prima settimana che l'ho usato. Poi dipende anche dal tipo di tartaro

se è poco ed è solo placca andrà via prima , se è tartaro spesso a più strati la cosa si farà lunga .

Anche dipende dal bau , quanto ha di sopportazione se riesce a tenere lo spazzolino in bocca per più minuti ,

si può anche lavorare su un solo dente per volta volendo , così il bau si stressa meno .

L'importante è bagnare bene lo spazzolino nell'acqua metterci il suo dentifricio che sprigiona le bolle

che con gli ultrasuoni spezzano i batteri e il tartaro , poggiarlo sul dente e tenere fermo immobile

almeno 10-20 secondi . I miei hanno molta sopportazione quindi a volte stò anche un minuto su dente,

poi struscio anche solo con il dito . Lo spazzolino lo tengo sempre in carica sul suo caricabatteria in bagno

a portata di mano così è più comodo , poi l'ho preso da umani giusto per poterlo usare anch'io

( è una bella pulizia dei denti ed evito il dentista ) unica differenza che c'è tra lo spazzolino da umani

e quello da bau è un leggero rumore una specie di ronzio che emette quando è acceso ,

quindi chi è particolarmente sensibile a questo rumorino potrebbe dare fastidio ,

ai miei cani non dà fastidio niente quindi andiamo alla grande , ho comprato più testine intercambiabili

e due dentifrici ( uno per me e uno per loro ) Questa è la mia esperienza e la condivido ,

la tecnologia và avanti e noi di pari passo ciaoooo Risatona

Le mie foto :  Perla laterale dx

Perla parte anteriore

Perla laterale sx

Oscar laterale sx

Oscar laterale dx

Annina laterale dove aveva la placca gialla


Spiegazione tratta dal sito tedesco emmident

Lo sviluppo di uno spazzolino da denti ad ultrasuoni per pulire denti e bocca utilizzando degli ultrasuoni rappresenta

una rivoluzione nel campo dell'igiene orale ed il trattamento profilattico. Fino ad oggi, i denti si pulivono per via d’ un

strofinamento e l'utilizzazione di particelle abrasive nel dentifricio. La spazzola pulisce unicamente le zone dove le setole

hanno accesso.

Il nuovo procedimento Emmi ultrasonic attivato da ultrasuoni ed utilizzato nell'igiene orale, non pulisce solo i denti,

ma penetra anche negli interstizi, le fessure e tasche gengivali e tra i denti, e questo, senza strofinamento,

senza movimento meccanico della spazzola e senza l'utilizzazione di abrasivi che possono danneggiare lo smalto.

Contesto scientifico: Come gli ultrasuoni eliminano i batteri

La ricerca fondamentale sugli effetti degli ultrasuoni sui batteri risale al 1953, quando il Dott. Hartwick,

Freie Universität di Berlino - Germania, ha pubblicato i suoi studi sugli effetti degli ultrasuoni sui batteri.

Nel 1978, i due ricercatori Sajas e Gorbatow erano in grado di dimostrare pienamente la distruzione

dei microrganismi via ultrasuoni. Nel 1992, dei nouvi studi sono stati pubblicati da Schütt, Abramo ed Al

a proposito della rottura di celle dei batteri e degli enzimi.

L'effetto antibatterico degli ultrasuoni, 96 milioni di onde oscillate al minuto di Emmi-dent, è basato

sull'aumento e diminuzione molto veloce di sequenze (principio di cavitazione) nel microrganismo cellulare ciò che conduce uno stress sulla membrana e la distruzione conseguente della cella.

Il triplo avvantaggio dell'utilizzazione dello spazzolino da denti Emmi-­dent ad ultrasuoni -­ aiuta a diminuire o ridurre al massimo le cure dentistiche occuparsi del problema, che i batteri sono quasi esclusivamente la causa dei problemi dentari.

I batteri sulla superficie del dente e la gengiva, insieme con altre sostanze come lo zucchero o l'amido,

formano una placca adesiva. Questa placca è la principale causa dell'irritazione e l'infiammazione delle gengive.

I batteri della placca generano degli scarti metabolici che inducono un'infiammazione al margine delle gengive

(gengivite). Senza una buona igiene, questo processo può progredire e può condurre alla degradazione della gengiva.

Le fibre, tessuti ed ossa intorno ai denti sono distrutti. A partire di una semplice gengivite, si può vedere svilupparsi

una parodontite. Nei casi estremi, i denti perdono la loro aderenza e cadono o devono essere estratti.

La trilogia

La pulizia dei denti e l'igiene orale hanno un triplo avvantaggio quando utilizzate un apparecchio ad ultrasuoni

per la pulizia come Emmi-dent :

1) Pulisce in dolcezza la superficie dei denti, nelle fessure, gli interstizi, le tasche parodontali e tra i denti con effetto

duraturo. Dopo una pulizia con ultrasuoni, quando passate la vostra lingua sui denti – vi accorgerete che la superficie

è estremamente liscia, perché la placca ed altri contaminanti sono stati eliminati.

2) Agisce a titolo profilattico - l'effetto antibatterico degli ultrasuoni elimina la placca ed il tartaro,

evitando ogni rischio d’infiammazione.

3) Ha un effetto terapeutico, per esempio se un paziente sviluppa un'infiammazione come la parodontite,

o le afte, in alcuni giorni l'infiammazione è ridotta o anche guarita, via l’eliminazione dei batteri all'origine dell'infezione.

L'effetto benefico dello spazzolino da denti ad ultrasuoni Emmi-dent nell'igiene orale è percettibile

dalla prima utilizzazione. Avrete la sensazione che i denti sono stati puliti da un professionista.

 

Add a comment

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 06 Novembre 2015 15:32 )

 

Come usare i prodotti professionali per cani

Come usare i prodotti professionali per il mantello del vostro maltese ? Sento tante volte dire che vengono usati puri senza diluirli, ma questo è sbagliato , anche per noi bisogna sempre diluire qualsiasi prodotto , che sia uno shampoo, un balsamo o crema. La qualità del prodotto la dice molto anche il prezzo, diffidare sempre dai prodotti da bancone, per i manti delicati dei nostri pelosini occorrono prodotti specifici e professionali per questo tipo di pelo . Ne ho provati tanti ovviamente in questi 8 anni e mezzo alternandoli anche , ora ho trovato un ottima marca e sono concentrata su questa riuscendo ad avere ottimi risultati!!! La cosa basilare e che ho scoperto nel tempo è non basarsi solo sulle istruzioni delle confezioni , oppure fare alla lettera quello che ti consiglia il rivenditore anche se è un intenditore di razza, mi sono accorta che le proporzioni sono diverse da cane a cane , perchè i mantelli dei nostri pelosi sono tutti diversi tra loro, quindi chi ha un pelo secco o crespo o lungo sfibrato o tendente a fare nodi dovrà usare molto più prodotto per ammorbidire e nutrire a fondo , mentre un pelo liscio , normale che non ha problematiche e non tendente a fare nodi basterà una dose di prodotto minore , perchè anzi sbagliando le dosi si possono ottenere risultati pessimi a volte credendo che il prodotto non sia valido!!! Se mettiamo troppo nutrimento su un pelo normale lo appesantiamo di più rendendolo ammazzettato che sembra quasi untuoso, viceversa se mettiamo poco prodotto su un pelo tendente ai nodi o svolazzante , cotonoso e gonfio ...avremo un effetto orribile perchè non riusciremo nemmeno a togliere i nodi. Ogni volta è preferibile iniziare il lavaggio con un pelo sempre ben pettinato e privo di nodi esagerati, se ci fossero nodi grandi , mettere della maschera pura sul nodo , far assorbire e cercare con il pettine largo di sciogliere , perchè con lo shampoo i nodi potrebbero aumentare a seconda di come si massaggia il cane ( mai và arruffato il manto sopra , cercare di andare nella direzione della lunghezza del pelo , appunto dove il pelo è lungo.) Quindi dopo un pò di esperienza e di bagnetti vi accorgerete che prenderete la mano al vostro pelosino e troverete la dose giusta!!! A richiesta di molte ziette vi ho fatto 3 video ( uno era troppo lungo da caricare )  c'è la prima parte dello shampoo , la seconda dove metto la maschera nutriente ed il terzo l'asciugatura con soffiatore. Spero vi faccia cosa gradita. Questa volta il bagnetto è toccato a Bisou ............buon bagnetto !!!

Potete commentare quà sotto oppure nel post aperto nel forum

Add a comment

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 05 Febbraio 2015 11:38 )

 

Nutrire il mantello del maltese

Ogni tanto anni fà quando a volte vedevo che il pelo aveva bisogno di più nutrimento avevo comprato degli olii appositi tipo della baldecchi alla primula o argan o visone ecc...passavo l'olio su tutto il pelo lasciato in posa anche mezza giornata o un giorno e dopo facevo il bagnetto..risultato che il pelo con il tempo si ingialliva e non veniva nutrito a sufficienza !!! Così sempre facendo prove su prove ho notato che facendo pacchetti con la maschera si ottiene un risultato migliore, anche perchè la maschera non ingiallisce e poi non và impiastrato tutto il pelo e la pelle non ne ha bisogno ,  solo il pelo necessita di nutrimento!! Quindi vi spiego come faccio : con il pettine a coda inziofacendo le divisioni del pelo e ciocca per ciocca la massaggio bene con la guaina o maschera o balsamo professionale , prendo la cartina e faccio il pacchettino e fermo con elastico apposito per maltesi che non tira e strappa . Così per tutto il corpo o almeno i punti più secchi e critici del pelo dove si spezza ed ha bisogno di più nutrimento. ( il procedimento è un pò come quando facevo la parrucchiera in negozio e facevo i colpi di sole con le cartine di alluminio  ) in questo modo il cane non è tutto unto che non serve a niente!! lo si può tenere così tutto il giorno , il pelo si nutre è un impacco di maschera meraviglioso....poi procediamo con il bagnetto normale. Alla fine se ci pensate bene come curiamo i capelli nostri i procedimenti sono molto simili. I pacchetti è molto semplice farli, le cartine sono sia in carta di riso o plastificate. Io ho comprato quelle in plastica così trattengono il nutrimento sul pelo senza esalare! Poi se ogni tanto facciamo anche una cura all'interno con gocce o perle di ribes pet sarà veramente ottimo , verrà un bel pelo nutrito , la cura consiste nel dare 10 gocce al giorno o una perla a giorno per due mesi. Contiene vitamina e in olio di semi di Ribes Nero (acidi grassi omega 6 e omega 3)

Si può dare in perle oppure se decidiamo di dare le gocce essendoci un contagocce le possiamo dare direttamente in bocca in un lato come si fà per ogni medicinale, oppure messe sopra una bruschettina di pane o fetta biscottata e diventerà anche un bel premietto gustoso per loro, oppure aggiunto alla pappa se la si dà umida.

Add a comment

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 06 Febbraio 2015 11:08 )

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 10
Sorpresa!
Perla6mesi007.jpg
Marche crocchette
Marche di crocchette che date ai vostri cuccioli
 

Posta

Non sei identificato sul sito.

Hai Posta!!!

Non sei identificato sul sito.

Chi è online
 19 visitatori online
Mangiare!
Cosa mangiano i vostri cani?
 
Gusti canini ...
Cosa vi piace di più in un cucciolo?
 
Info sito
Utenti : 3030
Contenuti : 151
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 560944
Statistics

2156 messaggi

0 messaggi ultimi 7 giorni

0 messaggi ultimi 30 giorni

1 messaggi ultimi 365 giorni